La passeggiata spaziale di Parmitano: #SpaceWalkForAMS

L’astronauta Luca Parmitano e il rivelatore AMS-02 durante le operazioni della missione Beyond

Luca Parmitano e il collega Andrew Morgan venerdì 15 novembre alle 15:30 hanno dato il via ad una serie complessa di attività extraveicolari, o passeggiate spaziali. Da qui a gennaio 2020, sono infatti previste quattro passeggiate spaziali per Luca Parmitano. Tra le operazioni più complesse mai realizzate nello spazio, e tra i momenti clou della sua missione spaziale Beyond, le passeggiate spaziali sono dedicate all’installazione dell’UTTPS, il nuovo sistema di raffreddamento del tracciatore dell’esperimento AMS-02 operante a bordo della Stazione Spaziale Internazionale dal 19 Maggio 2011. L’attività extraveicolare prevede complesse operazioni gli astronauti quali, per la prima volta, tagliare e ricollegare i cavi del sistema di raffreddamento nello Spazio. L’intervento permetterà allo strumento AMS-02 di restare attivo e funzionante nel lungo termine, e finché verrà mantenuta operativa la Stazione Spaziale Internazionale.


Queste operazioni vedono doppiamente coinvolti i ricercatori e tecnici del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, e della Sezione INFN di Perugia, non solo perche’ permetteranno di estendere la vita dell’esperimento per tutta la durata della stazione spaziale, ma anche perche’ la qualifica spaziale dell’UTTPS e’ stata effettuata proprio nei laboratori del nostro Dipartimento e dell´INFN a Terni. 

Per saperne di piu’ e rivedere i video delle Extra-Vehicular Activity: 

Video ESA www.esa.int/Science_Exploration/Human_and_Robotic_Exploration/Watch_live_firs…
www.esa.int/Science_Exploration/Human_and_Robotic_Exploration/Watch_live_seco…
www.esa.int/Science_Exploration/Human_and_Robotic_Exploration/Watch_live_thir…

Pagina web della collaborazione AMS-02: ams02.space/

Articolo di Wire: Quello che c’è da sapere sulla passeggiata spaziale di Luca Parmitano

Altre informazioni, immagini e approfondimenti saranno disponibili anche sugli altri canali sociale di ESA e NASA, dell’esperimento AMS-02, ma anche del CERN, il laboratorio di fisica delle particelle di Ginevra. L’hashtag ufficiale dell’evento è #SpacewalkForAMS

Il 3 dicembre Luca Parmitano ha portato a termine con successo quella che alla vigilia appariva come la passeggiata spaziale più critica, la terza prevista per la manutenzione del cacciatore di antimateria Ams-02.
L’attività, mirata all’installazione della nuova pompa di raffreddamento, è durata poco più di sei ore, in anticipo rispetto alla tabella di marcia.
L’attività ha visto l’astronauta cavalcare più volte il braccio robotico per trasportare e poi installare il nuovo componente.


Altre informazioni, immagini e approfondimenti saranno disponibili anche sugli altri canali sociali dell’Agenzia Spaziale Italiani ASI, delle agenzie ESA e NASA, dell’esperimento AMS-02, ma anche del CERN, il laboratorio di fisica delle particelle di Ginevra. L’hashtag ufficiale dell’evento è #SpacewalkForAMS

Partecipazione a “L’Uovo di Colombo”, Umbria Radio

Dalla pagina UniPG >> Bacheca >> Vita Accademica >> News

Il dottor Nicola Tomassetti e la professoressa Silvia Lombardi saranno ospiti domani, giovedì 14 novembre 2019,  dalle ore 19.05 alle 19.30, del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, in onda sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz), dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

Il dottor Tomassetti, ricercatore del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Ateneo di Perugia e la professoressa Lombardi, insegnante di matematica e fisica al Liceo Galeazzo Alessi di Perugia racconteranno al pubblico del recente International Cosmic Day (ICD) svoltosi a Perugia, al Dipartimento di Fisica e Geologia, organizzatore dell’iniziativa in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).

(Il Dott. Tomassetti e la Prof.ssa Lombardi ai microfoni di Umbria Radio)

L’edizione 2019, tenutasi in contemporanea in una ventina di città italiane, ha coinvolto, in Umbria, studenti del Liceo G. Alessi di Perugia, il Liceo E. Majorana di Orvieto, e il Liceo G. Marconi di Foligno. Lo scopo di ICD è di avvicinare gli studenti delle scuole superiori al mondo della ricerca scientifica, accompagnandoli tra i misteri dell’Universo racchiusi nei raggi cosmici. 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 16 novembre 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

XSCRC-2019 Workshop: Cross sections for Cosmic Rays @ CERN

Cosmic-ray (CR) physics in the GeV-TeV range has entered a precision era with recent data from space-based experiments. However, the poor knowledge of nuclear reactions (production of antimatter and secondary nuclei) limits the information that can be extracted from these data (source properties, transport in the Galaxy, indirect searches for dark matter).

The first edition of this workshop was held in 2017 (XSCRC17, see indico pages here). Its goal, bringing together different communities (CR theorists, CR experimentalists, nuclear and particle physicists), was to review theoretical motivations for CR studies, new CR data, and how the modelling of CRs crucially depends on nuclear reactions. The workshop was also strongly aimed at presenting current efforts and discussing forthcoming perspectives for particle/nuclear measurement campaigns.

This second edition will review the advances made in the last two years, and highlight some results obtained thanks to collaborations started during the first edition. We also hope that this edition will further strengthen these emergent synergies, taking advantage of the complementarity and know-how in different communities: the challenges that pose the interpretation of high-precision CR data can only be undertaken with a collective and coordinated effort. Here is the Indico page of the workhop.

In the figure: a few slides from my presentation at the XSCRC workshop.

International Cosmic Day a Perugia – ICD 2019

Che cosa sono i raggi cosmici? Da dove provengono? Quali messaggi portano? Come possiamo misurare le particelle che li compongono?

Con l’International Cosmic Day gli studenti delle scuole superiori si avvicinano al mondo della ricerca scientifica, accompagnati dai ricercatori tra i misteri dell’Universo racchiusi nei raggi cosmici.  Nell’evento perugino, gli studenti parteciperanno a diversi seminari sul tema dei raggi cosmici, quelle misteriose astroparticelle che i fisici studiano da anni nelle stazioni spaziali, negli esperimenti a terra e sottoterra, o nelle profondità del mare. Assieme ai ricercatori e ai loro docenti, gli studenti si occuperanno quindi di effettuare un esperimento di misura di raggi cosmici. Le attività prevedono l’assemblaggio e messa in funzione di un rivelatore di particelle cariche: lo strumento con cui i ricercatori “vedono” la pioggia di particelle proveniente dal cosmo. Verranno quindi condotte le attività di acquisizione e di analisi dei dati, ed infine la compilazione di un resoconto dei risultati ottenuti. Grazie ad una videoconferenza e successivi scambi con altre sedi in Italia e nel mondo, gli studenti potranno confrontare i risultati da loro ottenuti con quelli dei loro colleghi, proprio come in una vera collaborazione scientifica internazionale.

Link collegati:

Istituti superiori e docenti

  • Liceo Scientifico G. Alessi, Perugia – Docenti: Silvia Lombardi, Antonio Marini
  • Liceo Scientifico E. Majorana, Orvieto – Docenti: Michele Mattiacci, Giuseppe de Ninno, Pallucchini
  • Liceo Scientifico G. Marconi, Foligno – Docenti: Assunta Petasecca Donati, Paolo Tini Brunozzi

New paper: isotopic composition of cosmic helium

Our new paper is now out. The paper is titled “Properties of Cosmic Helium Isotopes Measured by the Alpha Magnetic Spectrometer” and it is published in Physical Review Letter 123, 181102 (November 2019), selected as Editor’s suggestion. In this article, we reports new data of the AMS experiment in the ISS on the isotopic composition of cosmic-ray helium (3He and 4He isotopes) as function of energy (or rigidity) and time. The study is based on 100 million 4He nuclei in the rigidity range from 2.1 to 21 GV and 18 million 3He from 1.9 to 15 GV collected from May 2011 to November 2017. We observed that the 3He and 4He fluxes exhibit nearly identical variations with time. The relative magnitude of the variations decreases with increasing rigidity. The rigidity dependence of the 3He/4He flux ratio is measured for the first time. Below 4 GV, the 3He/4He flux ratio was found to have a significant long-term time dependence. Above 4 GV, the 3He/4He flux ratio was found to be time independent, and its rigidity dependence is well described by a single power law ∝RΔ with Δ=−0.294±0.004. Quite remarkably, this value is in agreement with the B/O and B/C spectral indices at high energies.

Workhop: Light Anti-Nuclei as a Probe for New Physics (LAN2019)

In recent years, increased efforts were spent towards the detection of antimatter in space, such as positrons and antiprotons in Galactic cosmic rays. This workshop focuses on the next milestone in cosmic-ray physics, that is the detection of antideuteron or antihelium nuclei by the present or next generation of space instruments: a challenging but promising avenue in the search for new physics. The goal of this workshop is to bring together scientists from different fields, from astroparticle to nuclear physics, to discuss about the experimental challenges and the theoretical implications of the detection of antinuclei in Galactic cosmic radiation.

SHARPER Notte Europea dei Ricercatori – Disegniamo L’Universo

SHARPER è un progetto nazionale che coinvolge 12 città: Ancona, Cagliari, Caserta, L’Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia e Trieste dove si svolgono attività a partire del pomeriggio del 27 Settembre 2019 fino a tarda notte ed è finanziato dalla Commissione Europea nel quadro delle Azioni Marie Sklodowska-Curie del programma Horizon 2020. 

Tra le attività proposte a Perugia nell’ambito di SHARPER, si è svolto “Disegniamo l’Universo” – Osservare il cielo e l’arcobaleno. Vivere nello spazio e viaggiare tra le stelle. L’Universo immaginato e disegnato dai bambini. A cura del Dipartimento di Fisica e Geologia in collaborazione con Agenzia Spaziale Italiana con N. Tomassetti, B. Bertucci.

Disegniamo l’Universo è un laboratorio creativo di disegno e pittura live, a cui seguirà l’esposizione degli elaborati allestita in diretta nel corso di Sharper. Lo scopo dell’iniziativa è stimolare l’immaginazione scientifica e la capacità di meravigliarsi dei giovani partecipanti, ma anche quello di comprendere, per gli adulti, come l’Universo e le tematiche spaziali possano apparire nell’immaginario dei bambini.

Nel corso di SHARPER, il laboratorio sarà aperto all’afflusso dei partecipanti: bambini di 2 a 13 anni accompagnati dalle famiglie. I partecipanti saranno invitati alla realizzazione di disegni che abbiano per tema un soggetto di carattere astronomico o astronautico a loro scelta: dall’osservazione del cielo all’esplorazione dello spazio, dal sistema solare fino all’Universo infinito e altre meraviglie. I partecipanti avranno a disposizione il materiale per realizzare l’elaborato a mano libera: fogli A4, matite colorate, pastelli a cera e a olio, pennarelli, carta colorata.

Una volta completato, ogni elaborato sarà numerato e installato in una dedicata area espositiva che verrà allestita nel corso dell’evento. L’esposizione resterà aperta ai visitatori nei giorni successivi all’evento. Gli elaborati realizzati verranno resi disponibili online attraverso questa pagina.


Galleria fotografica degli elaborati

Galleria fotografica degli elaborati realizzati.


CNRS thematic school of Astroparticle Physics

A CNRS thematic school of Astroparticle Physics entitled “Physics and Astrophysics of Cosmic Rays”, will be held Saint Michel l’Observatoire, France, November 25-30 2019.

It will present an observational and theoretical overview of the physics and astrophysics of cosmic rays, with hands-on training sessions on Cherenkov Telescope Array (CTA) data analysis as well as on CR propagation codes. Particular attention will be given to taking into account statistical and systematic errors in both measures and theoretical models.

It will enable current and future actors in the field to understand the various transverse aspects, such as the very great importance of multi-messenger and multi-wavelength observations for understanding the key physical mechanisms in acceleration and transport.

Opening up to a broader scientific community, this school aims at bringing together specialists on these topics with the aim of training the next generation of young researchers, in addition to transfer/share skills.

More informations at the following URL: http://www.cpt.univ-mrs.fr/~cosmo/WEB_EAP_19/index.php

36th International Cosmic Ray Conference ICRC-2019 @ Madison, WI, USA

The 36th International Cosmic Ray Conference, or ICRC 2019, is a physics conference organized biennially by the Commission on Astroparticle Physics (C4) of the International Union of Pure and Applied Physics (IUPAP) since 1947, where physicists from the world present the results of their research in Astroparticle Physics.

The meeting covers cosmic-ray physics, neutrino physics, gamma-ray astronomy, dark matter, particle astrophysics, and detector techniques in these fields.

The ICRC-2019 conference venue in Madison, WI, USA

This collection of the proceedings, in the intention of the editors, will provide a detailed state-of-the-art account of the status of the Astroparticle Physics topics discussed at the conference. We thank all the participants and contributors who made this possible.

The 36th conference, ICRC-2019, what held in Madison, Wisconsin, USA from July 24th to August 1st. At the ICRC 2019 open ceremony a public lecture was delivered by Prof. Alan Watson, from the University of Leeds. The conference proceedings are published in Proceedings of Science (PoS), the open access online journal organized by SISSA.

At ICRC-2019 I presented various contributions:

  • New results in solar modulation modeling in light of recent cosmic-ray data from space [arXiv:1908.01599]
  • Time lag in cosmic-ray modulation and global properties of the Solar Cycle [arXiv:1908.01598]
  • Precision Measurement of the Monthly Proton and Helium Fluxes in Cosmic Rays with the Alpha Magnetic Spectrometer on the International Space Station
The ICRC-2019 conference venue at the historic Memorial Union, on the banks of Lake Mendota in Madison, WI.